Controllo della corrosione con metodo spessimetrico (UTS)


  • Controllo corrosione pali - Al palo da esaminare vengono prima rimossi il plinto e la guaina.
    Al palo da esaminare vengono prima rimossi il plinto e la guaina
Il metodo spessimetrico può essere utilizzato anche per la verifica dello spessore residuo dei pali della pubblica illuminazione. Mediante uno strumento detto spessimetro e una sonda a onde longitudinali, l’impulso ultrasonoro viene propagato nell’area interessata. Un display mostra lo spessore rilevato dall’apparecchio.

Vantaggi:

Il metodo spessimetrico fornisce un valore inequivocabile sullo stato del palo dalla base d’incastro fino alla cima.

Svantaggi:

La parte interrata del palo, anch’essa soggetta a corrosione, può essere analizzata solamente per circa 10-20 cm di profondità. La verifica dello spessore alla base dell’incastro del palo può comportare la rimozione del plinto e della guaina di protezione; qualora richiesto, tale servizio può essere fornito direttamente dalla Centrotest srl.

Apparecchiature utilizzate:

  • NR 2 OLYMPUS PANAMETRICS MG2 XT
  • NR 2 SADT SA 40

Al termine del controllo verrà prodotta la relativa certificazione dei controlli eseguiti con il dettaglio dei valori riscontrati. La certificazione Centrotest solleva l’ente gestore da qualsiasi responsabilità derivante da eventuali danni derivanti dalla corrosione dei sostegni.